Comunità al lavoro: attività, risultati e prospettive

  • Inserito: Mar, 11/07/2017 - 19:25

Dopo due anni di attività, vogliamo tirare le somme su quanto il progetto ha prodotto insieme ai numerosi protagonisti del territorio. Vogliamo soprattutto analizzare il nostro percorso per valutarlo e, alla luce dei risultati, capire come questi prodotti possano attivare nuove iniziative e progettualità. Ci teniamo infatti a sottolineare come i risultati del progetto, non rappresentano la fine di un percorso, ma gli spunti per un nuovo inizio. Un nuovo inizio fondato sulla comunità, sulle sue idee creative e sull'attivazione partecipata di progetti condivisi. La Valle dello Jato può ripartire solo grazie alla volontà di tutti per creare uno sviluppo locale dal basso che sia veramente partecipato, integrato e sostenibile.

Per rivivere insieme il nostro percorso, potete scaricare il nostro Bilancio di Missione allegato a questo articolo

La nostra Agenda partecipata di Sviluppo locale

  • Inserito: Dom, 10/22/2017 - 23:38

L'Agenda partecipata di Sviluppo locale è il risultato di un percorso di progettazione partecipata con la comunità e vuole raccogliere i bisogni della cittadinanza tradotti però in proposte, idee e progetti. Rappresenta così un utile strumento di indirizzo per la pianificazione e la programmazione territoriale poichè tiene conto dell’apporto costruttivo e creativo di diversi stakeholder confrontato con le risorse e le criticità dell'area. Non è però una semplice “Lista dei desideri”, ma una raccolta di idee progettuali fattibili e realizzabili, in grado di migliorare la qualità della vita, riqualificare la città e il territorio e innescare nuove modalità di sviluppo locale.

Il documento è frutto di un percorso lungo oltre un anno, che si è diffuso attraverso diverse tipologie di attività:
- Forum e focus group con la cittadinanza
- Convegni e seminari formativi
- Workshop di progettazione partecipata
- Eventi e manifestazioni culturali
- Eventi per la diffusione della legalità
Ogni azione ha rappresentato una tappa di un Laboratorio che ha offerto spazi e iniziative per la formazione, lo scambio di idee, la raccolta di criticità e proposte.

L’Agenda partecipata di sviluppo locale è quindi un documento condiviso che vuole integrare i criteri di sostenibilità ambientale, sociale ed economica in tutte le politiche di settore: come il territorio, le infrastrutture, i servizi, l‘occupazione, il turismo, lo sviluppo agricolo, etc. attraverso un’ AZIONE TRASVERSALE di PROGETTAZIONE PARTECIPATA E CONDIVISA di un TERRITORIO che vuole attivarsi per lo SVILUPPO SOSTENIBILE.

L'Agenda verrà presentata alla comunità Sabato 28 Ottobre 2017 in occasione del Forum "Comunità al lavoro: attività, risultati, prospettive" che si terrà presso il Centro Diurno di San Giuseppe Jato a partire dalle ore 10.00

Potete intanto scaricare e visualizzare il documento allegato a questo articolo

I risultati del FAJFESTA Festival Associazioni Jatine

  • Inserito: Gio, 08/10/2017 - 11:59

#FAJFESTA Festival delle Associazioni Jatine Report

A Marzo 2016 ha preso avvio ufficialmente il progetto "Centro di coordinamento e di progettazione come spazio della democrazia e della legalità - Jato Spazio Idee”, cofinanziato all’interno all’Avviso “Giovani per il Sociale” - Dipartimento della
Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e promosso dalla Cooperativa Arzilla e dal Comune di San Giuseppe Jato. Il progetto, fin dalle prime fasi, ha mirato all’attivazione di processi di coinvolgimento delle comunità della Valle dello Jato per avviare uno sviluppo dal basso condiviso, inclusivo e sostenibile. Fra le numerose attività promosse attraverso metodi partecipativi e integrati, vi sono stati forum, escursioni nel territorio, pranzi condivisi, dialoghi propositivi, workshop, laboratori; iniziative che hanno permesso in poco più di un anno, di animare le comunità, raccogliere proposte e sviluppare nuove chiavi di lettura della Valle. Una di queste, ha voluto
concentrare le attenzioni sulle risorse inespresse, le difficili relazioni fra le realtà locali, la mancanza di occasioni legate all’inclusione e alla promozione sociale. Su questa spinta creativa, è nato il Tavolo di Coordinamento permanente delle
Associazioni Jatine, un ricco e variegato insieme di soggetti rappresentanti oltre 20 associazioni del territorio con l’obiettivo unico di avviare un lavoro di rete che risponda ai desideri e ai bisogni della comunità. Il percorso di attivazione del
gruppo di lavoro è stato lungo e laborioso, ma superate le difficoltà iniziali, è riuscito ad attivare un senso comune volto allo sviluppo di iniziative condivise che è poi confluito nella realizzazione di un vero e proprio festival del territorio e delle realtà che lo animano quotidianamente.

Dall’entusiasmo, dalla creatività e dalla cooperazione della collettività non può che venir fuori qualcosa di bello. Con questo presupposto, il Tavolo ha formalizzato il suo impegno trasformandosi nel Coordinamento delle Associazioni Jatine (CAJ) che, unendo circa 20 Associazioni e realtà locali di San Giuseppe Jato e San Cipirello, ha organizzato la prima edizione del #FAJFESTA, il Festival delle Associazioni Jatine.
L’evento, sviluppatosi a San Giuseppe Jato e San Cipirello, ha voluto avviare un processo finalizzato a raggiungere diversi obiettivi:
- Promuovere la cooperazione fra diverse tipologie di soggetti
- Promuovere le realtà locali come forze motrici per il cambiamento
- Valorizzare le risorse locali produttive e territoriali
- Valorizzare le iniziative, la programmazione e gli obiettivi delle associazioni del territorio
- Promuovere principi di legalità e riscatto sociale
Il dialogo e l’incontro tra i diversi soggetti a vario titolo attivi su un territorio con grandi valenze naturali, paesaggistiche e culturali come la Valle dello Jato, rappresenta l’occasione di mostrare alla cittadinanza, alla comunità, ai visitatori e ai turisti un nuovo volto di questo territorio. In tale prospettiva, il Festival, nell’arco delle tre giornate, ha voluto rappresentare un’occasione per confrontarsi e condividere idee, progetti e nuove visioni di cambiamento, con mostre, laboratori
didattici, spettacoli musicali e intrattenimento, workshop, proposte e servizi per il territorio.
L’evento ha voluto così avviare un percorsointegrato per scoprire la comunità, le sue ricchezze e costruire insieme il futuro condiviso della Valle dello Jato. [CONTINUA]

Tags: 

Jato Spazio Cabaret con Roberto Lipari 16 Luglio

  • Inserito: Mar, 07/11/2017 - 14:48

In occasione del #FAJFESTA Festival delle Associazioni Jatine, Jato Spazio Idee, Cooperativa Arzilla e Comune di San Giuseppe Jato, presentano la chiusura in bellezza della manifestazione con un evento all'insegna del buonumore e del divertimento. Jato Spazio Cabaret, sul palco di Piazza Falcone e Borsellino a San Giuseppe Jato, a partire dalle ore 22.00 vedrà infatti alternarsi grandi artisti, musica e creatività per concludere la tre giorni in compagnia e ilarità. Mattatore della serata sarà l'Artista Roberto Lipari, vincitore di Eccezionale Veramente e ospite fisso del programma Colorado, protagonista dello spettacolo dal titolo Batti Panni Lipari tutto! L'evento sarà poi accompagnato dalla band Capofortuna, Band Tributo Rino Gaetano. Jato Spazio Cabaret sarà quindi l'occasione per concludere con il sorriso l'intensa tre giorni che ha visto le associazioni e la comunità al centro di un calendario fitto di iniziative e manifestazioni. Non mancate alla nostra serata finale che si preannuncia scoppiettante, frizzante e divertente. In una parola sola: imperdibile!

Tags: 

Incontro con il Prof. Emilio Vergani

  • Inserito: Mar, 07/11/2017 - 14:47

All'interno del ricco programma del #FAJFESTA Festival delle Associazioni Jatine, la Cooperativa Arzilla e il Progetto Jato Spazio Idee, organizzano un incontro con il Prof. Emilio Vergani per approfondire insieme la sua ricerca sul tema "Progettare: dialoghi intorno a una pratica generativa". L'incontro, moderato da Pierluigi Basile, si terrà Domenica 16 Luglio a partire dalle 16.00 in Piazza Madrice a San Cipirello. Un'occasione per conoscere sviluppi e metodologie sull'importante tematica della progettazione per la comunità.

#FAJFESTA Festival delle Associazioni Jatine

  • Inserito: Lun, 06/26/2017 - 12:11

#FAJFESTA Festival delle Associazioni Jatine

Dall’entusiasmo, dalla creatività e dalla cooperazione della collettività non può che venir fuori qualcosa di bello. Con questo presupposto, il Coordinamento delle Associazioni Jatine (CAJ) che unisce circa 20 Associazioni e realtà locali di San Giuseppe Jato e San Cipirello, organizza la prima edizione del #FAJFESTA, il Festival delle Associazioni Jatine, promosso dal progetto "Centro di coordinamento e di progettazione come spazio della democrazia e della legalità" beneficiario del cofinanziamento di cui all’Avviso “Giovani per il Sociale” - Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il CAJ, che nasce dalla volontà e dal contributo di diverse realtà associative operanti nel territorio jatino, è attivo da circa un anno e si è posto sin da subito un obiettivo importante: avviare un lavoro di rete che risponda ai desideri e ai bisogni della comunità. Nasce così il #FAJFESTA, pensato e voluto dalle diverse Associazioni aderenti come concreta opportunità per generare “valore aggiunto” sia per la comunità sia per le singole Associazioni che ne fanno parte. Una manifestazione ricca di appuntamenti e spazi creativi per promuovere il territorio, ma soprattutto la comunità che lo vive e lo anima quotidianamente.
Dal 14 al 16 Luglio 2017, in diverse location all’interno dei Comuni di San Giuseppe Jato e San Cipirello, un fitto programma di iniziative e spettacoli gratuiti coinvolgerà la cittadinanza in un viaggio alla scoperta delle Associazioni locali e delle loro numerose attività. Musica, spettacoli, sport, laboratori, volontariato, convegni con la partecipazione di docenti universitari, musicisti locali e artisti di fama nazionale saranno al centro di una intensa tre giorni all’insegna del divertimento, della partecipazione e dell’aggregazione. Parole chiave dell’iniziativa sono quindi pluralità, dialogo, integrazione, sinergia, partecipazione e riflessione su temi rilevanti, quali ambiente, immigrazione, partecipazione, inclusione sociale.
Il dialogo e l’incontro tra i diversi soggetti a vario titolo attivi su un territorio con grandi valenze naturali, paesaggistiche e culturali come la Valle dello Jato, rappresenta l’occasione di mostrare alla cittadinanza, alla comunità, ai visitatori e ai turisti un nuovo volto di questo territorio. In tale prospettiva, il Festival, nell’arco delle tre giornate previste, rappresenterà inoltre l’occasione per confrontarsi e condividere idee e progetti, con mostre, laboratori didattici, spettacoli musicali e intrattenimento, workshop, proposte e servizi per il territorio.
Il pubblico di riferimento saranno in particolare i giovani, importanti interlocutori della nostra società, e in generale tutta la comunità, invitata a partecipare attivamente ai dibattiti e alle presentazioni. In tale prospettiva sono previste attività di diversa natura pensate per i bambini, gli adulti, gli anziani, e i diversamente abili. Non mancate quindi a questo evento aperto a tutti per scoprire la comunità, le sue ricchezze e costruire insieme il futuro condiviso della Valle dello Jato. Programma: [CONTINUA]

Identità storica e legalità per lo sviluppo locale

  • Inserito: Gio, 06/22/2017 - 18:39

Identità storica e legalità per lo sviluppo locale

L’evento "Riscopriamo le identità", sviluppatosi nelle due giornate di Giovedì 15 e Venerdì 16 Giugno 2017, ha avuto l’obiettivo di coinvolgere i partecipanti in un percorso di conoscenza e crescita che, a partire dalle identità culturali del territorio, ha analizzato la crescita della comunità attraverso strumenti quali la legalità e la partecipazione. Durante il primo incontro, tenutosi al Giardino della Memoria, i partecipanti hanno infatti  imparato diverse chiavi per leggere il contesto della Valle dello Jato, sia a partire dalle sue risorse consolidate, sia rispetto quanto negli ultimi anni il comparto sociale sta attivando e spingendo. La giornata è iniziata con la presentazione delle attività svolte, degli obiettivi e dei risultati in progress del Progetto Jato Spazio Idee; l’iniziativa ha permesso non solo di analizzare quanto è stato prodotto insieme alla comunità locale, ma anche di osservare in che modo dalla cittadinanza attiva è possibile innestare nel territorio nuove creatività, opportunità e sviluppo. Successivamente l’Associazione LiberEssenze ha condotto una visita guidata del bene ricordando l’importanza della legalità come attivatrice del territorio e di nuova speranza per il cambiamento. Al termine dell’intervento, il Gruppo Archeologico Valle dello Jato e i ragazzi del Liceo Classico Tito Livio di Milano, hanno coinvolto i partecipanti più piccoli in uno scavo archeologico simulato all’interno del Giardino; i bambini hanno così creato un contatto diretto con la terra e la storia e iniziato un approccio tecnico al mondo dell’archeologia.
La giornata seguente, ha visto protagonisti nuovamente i ragazzi del Liceo Tito Livio nella presentazione dei risultati della campagna scavi condotta nel sito Castellazzo, nei pressi del Parco Archeologico di Monte Iato. Nuovamente è stata mostrata ai partecipanti la ricchezza e la forza delle risorse presenti nel territorio e dicome possono davvero diventare motore di uno sviluppo attento all’identità, alla comunità e alla sostenibilità. [CONTINUA]

Riscopriamo le identità: Archeologia, legalità e partecipazione

  • Inserito: Mar, 06/13/2017 - 12:24

Riscopriamo le identità: Archeologia, legalità e partecipazione

La ricerca e l’approfondimento dell’identità di un territorio è la base per la costruzione consapevole di una comunità fondata su legalità, partecipazione e sostenibilità. Giovedì 15 e Venerdì 16 Giugno, dalla cooperazione fra il Gruppo Archeologico Valle dello Jato, Jato Spazio Idee, Cooperativa Arzilla, Comune di San Giuseppe Jato, l’Associazione LiberEssenze e gli studenti del Liceo Classico Tito Livio di Milano, nasce una manifestazione che coinvolgerà i partecipanti in due giorni all’insegna della riscoperta dei valori e delle risorse del territorio. Con laboratori ed iniziative incentrate sull'archeologia, la legalità e la cittadinanza attiva, vogliamo mettere al centro la comunità e la storia della Valle dello Jato in un unico programma ricco di appuntamenti per riscoprire l’identità locale e sviluppare insieme nuovi percorsi di sviluppo condiviso.
---------------------
Programma:
Giovedì 15 Giugno presso il Giardino della Memoria
Ore 18:30 – Presentazione del progetto Jato Spazio Idee e riflessioni condivise sul ruolo della cittadinanza attiva, a cura di Jato Spazio Idee
Ore 19:00 – Visita del Giardino della Memoria, a cura di LiberEssenze
Ore 19:30 – Scavo didattico simulato, a cura del Gruppo Archeologico Valle dello Jato
Venerdì 16 Giugno presso il sito del Castellazzo all’ingresso del Parco Archeologico di Monte Iato
Ore 10.00 / 16:00 – Soci studenti del Gruppo Archeologico Valle dello Jato e del Liceo Classico Tito Livio di Milano, faranno da ciceroni ai visitatori a conclusione dell'esperienza didattica maturata presso il sito del Castellazzo, lo storico luogo dove Federico II e il suo esercito hanno assediato la città di Giato nel XIII secolo

Il pranzo condiviso, un'opportunità per il dialogo e la partecipazione

  • Inserito: Mar, 05/23/2017 - 17:27

Pranzo condiviso seconda edizione

l Pranzo condiviso tenutosi al Giardino della Memoria Domenica 21 Maggio 2017, ha avuto l’obiettivo di coinvolgere i partecipanti in un momento conviviale che però vuole anche essere attivatore di processi di partecipazione per la democrazia e la legalità. L’evento infatti è stato occasione per riflettere sul ruolo della comunità e della cittadinanza attiva come risposta all’illegalità e alla criminalità per ridipingere una nuova visione di sviluppo e cambiamento per l’intero territorio. La formula del pranzo condiviso è stata scelta per la seconda volta visto il buon successo della manifestazione svolta lo scorso anno sempre in occasione della Settimana della Legalità. Anche quest’anno infatti, l’attività è stata parte integrante di una giornata organizzata in sinergia con altre realtà locali. L’evento “Ripercorrendo la memoria: riconoscersi attraverso il territorio”, ha visto infatti protagoniste le iniziative portate avanti da Libera, Cooperativa Arzilla, Comune di San Giuseppe Jato, Pro Loco Pro Jato e ACLI Circolo della Legalità in un percorso di crescita e di riscoperta che ha messo al centro la comunità, il territorio e i beni confiscati. Giunti infatti al Giardino della Memoria, i partecipanti, grazie alle associazioni Libera e LiberEssenze, sono stati guidati nel racconto della terribile vicenda del piccolo Giuseppe Di Matteo ucciso dalla Mafia solo perchè figlio di un mafioso. La toccante esperienza ha spinto così alla riflessione e al dialogo i partecipanti evidenziando come la Mafia non possa rappresentare un soggetto protettore della comunità, ma solo dei propri interessi attraverso un metodo principalmente votato alla violenza e alla brutalità. Serve così un cambiamento culturale che, attraverso partecipazione e democrazia, possa trasformare i modelli di sviluppo in un’ottica sostenibile, legale e condivisa. [CONTINUA]

Pranzo condiviso, all'interno dell'evento "Ripercorrendo la Memoria"

  • Inserito: Sab, 05/13/2017 - 16:10

Pranzo condiviso

Domenica 21 Maggio 2017, dalle 13:00 al Giardino della Memoria in Contrada Giambascio, San Giuseppe Jato, siete invitati a passare un momento di convivialità e dialogo insieme a noi. Dopo la splendida esperienza dello scorso anno, organizziamo la seconda edizione del Pranzo Condiviso per animare il dialogo propositivo sul territorio, la legalità e, soprattutto trascorrere un po’ di tempo insieme in uno splendido contesto ricco di emozioni e significati. Attraverso un’atmosfera che unisce, rallegra e favorisce relazioni vogliamo invitare i partecipanti alla riflessione, ma anche ad aprirsi allo scambio e al relax.

Il tutto è inserito nell’evento “Ripercorrendo la memoria: riconoscersi attraverso il territorio”, un’intensa giornata organizzata in sinergia con Libera, Cooperativa Arzilla, Comune di San Giuseppe Jato, Pro Loco Pro Jato e ACLI Circolo della Legalità. Giunta alla seconda edizione, la manifestazione vuole rappresentare un percorso di crescita che coinvolge i partecipanti dalle 9:30 alle 18:00 accompagnandoli a visitare importanti luoghi simbolo della memoria e a vivere insieme esperienze culturali, conviviali e ricreative.

I partecipanti al pranzo sono così invitati a portare cibi, bevande e piatti pronti da condividere con gli altri. Il tutto per ampliare lo scambio sociale, la democrazia e passare uno splendido momento insieme.

Programma completo della Giornata:

Ore 9:30 Visita dei Luoghi della Memoria

  • Cantina Alto Belice
  • Cantina Centopassi
  • Giardino della Memoria

Ore 13:00 Pranzo condiviso al Giardino della Memoria

Ore 15:00 Escursione naturalistica

  • Portella Ginestra
  • Riserva Naturalistica della Pizzuta

[CONTINUA]