Identità storica e legalità per lo sviluppo locale

  • Inserito: Gio, 06/22/2017 - 18:39

Identità storica e legalità per lo sviluppo locale

L’evento "Riscopriamo le identità", sviluppatosi nelle due giornate di Giovedì 15 e Venerdì 16 Giugno 2017, ha avuto l’obiettivo di coinvolgere i partecipanti in un percorso di conoscenza e crescita che, a partire dalle identità culturali del territorio, ha analizzato la crescita della comunità attraverso strumenti quali la legalità e la partecipazione. Durante il primo incontro, tenutosi al Giardino della Memoria, i partecipanti hanno infatti  imparato diverse chiavi per leggere il contesto della Valle dello Jato, sia a partire dalle sue risorse consolidate, sia rispetto quanto negli ultimi anni il comparto sociale sta attivando e spingendo. La giornata è iniziata con la presentazione delle attività svolte, degli obiettivi e dei risultati in progress del Progetto Jato Spazio Idee; l’iniziativa ha permesso non solo di analizzare quanto è stato prodotto insieme alla comunità locale, ma anche di osservare in che modo dalla cittadinanza attiva è possibile innestare nel territorio nuove creatività, opportunità e sviluppo. Successivamente l’Associazione LiberEssenze ha condotto una visita guidata del bene ricordando l’importanza della legalità come attivatrice del territorio e di nuova speranza per il cambiamento. Al termine dell’intervento, il Gruppo Archeologico Valle dello Jato e i ragazzi del Liceo Classico Tito Livio di Milano, hanno coinvolto i partecipanti più piccoli in uno scavo archeologico simulato all’interno del Giardino; i bambini hanno così creato un contatto diretto con la terra e la storia e iniziato un approccio tecnico al mondo dell’archeologia.
La giornata seguente, ha visto protagonisti nuovamente i ragazzi del Liceo Tito Livio nella presentazione dei risultati della campagna scavi condotta nel sito Castellazzo, nei pressi del Parco Archeologico di Monte Iato. Nuovamente è stata mostrata ai partecipanti la ricchezza e la forza delle risorse presenti nel territorio e dicome possono davvero diventare motore di uno sviluppo attento all’identità, alla comunità e alla sostenibilità. [CONTINUA]

Riscopriamo le identità: Archeologia, legalità e partecipazione

  • Inserito: Mar, 06/13/2017 - 12:24

Riscopriamo le identità: Archeologia, legalità e partecipazione

La ricerca e l’approfondimento dell’identità di un territorio è la base per la costruzione consapevole di una comunità fondata su legalità, partecipazione e sostenibilità. Giovedì 15 e Venerdì 16 Giugno, dalla cooperazione fra il Gruppo Archeologico Valle dello Jato, Jato Spazio Idee, Cooperativa Arzilla, Comune di San Giuseppe Jato, l’Associazione LiberEssenze e gli studenti del Liceo Classico Tito Livio di Milano, nasce una manifestazione che coinvolgerà i partecipanti in due giorni all’insegna della riscoperta dei valori e delle risorse del territorio. Con laboratori ed iniziative incentrate sull'archeologia, la legalità e la cittadinanza attiva, vogliamo mettere al centro la comunità e la storia della Valle dello Jato in un unico programma ricco di appuntamenti per riscoprire l’identità locale e sviluppare insieme nuovi percorsi di sviluppo condiviso.
---------------------
Programma:
Giovedì 15 Giugno presso il Giardino della Memoria
Ore 18:30 – Presentazione del progetto Jato Spazio Idee e riflessioni condivise sul ruolo della cittadinanza attiva, a cura di Jato Spazio Idee
Ore 19:00 – Visita del Giardino della Memoria, a cura di LiberEssenze
Ore 19:30 – Scavo didattico simulato, a cura del Gruppo Archeologico Valle dello Jato
Venerdì 16 Giugno presso il sito del Castellazzo all’ingresso del Parco Archeologico di Monte Iato
Ore 10.00 / 16:00 – Soci studenti del Gruppo Archeologico Valle dello Jato e del Liceo Classico Tito Livio di Milano, faranno da ciceroni ai visitatori a conclusione dell'esperienza didattica maturata presso il sito del Castellazzo, lo storico luogo dove Federico II e il suo esercito hanno assediato la città di Giato nel XIII secolo

Il pranzo condiviso, un'opportunità per il dialogo e la partecipazione

  • Inserito: Mar, 05/23/2017 - 17:27

Pranzo condiviso seconda edizione

l Pranzo condiviso tenutosi al Giardino della Memoria Domenica 21 Maggio 2017, ha avuto l’obiettivo di coinvolgere i partecipanti in un momento conviviale che però vuole anche essere attivatore di processi di partecipazione per la democrazia e la legalità. L’evento infatti è stato occasione per riflettere sul ruolo della comunità e della cittadinanza attiva come risposta all’illegalità e alla criminalità per ridipingere una nuova visione di sviluppo e cambiamento per l’intero territorio. La formula del pranzo condiviso è stata scelta per la seconda volta visto il buon successo della manifestazione svolta lo scorso anno sempre in occasione della Settimana della Legalità. Anche quest’anno infatti, l’attività è stata parte integrante di una giornata organizzata in sinergia con altre realtà locali. L’evento “Ripercorrendo la memoria: riconoscersi attraverso il territorio”, ha visto infatti protagoniste le iniziative portate avanti da Libera, Cooperativa Arzilla, Comune di San Giuseppe Jato, Pro Loco Pro Jato e ACLI Circolo della Legalità in un percorso di crescita e di riscoperta che ha messo al centro la comunità, il territorio e i beni confiscati. Giunti infatti al Giardino della Memoria, i partecipanti, grazie alle associazioni Libera e LiberEssenze, sono stati guidati nel racconto della terribile vicenda del piccolo Giuseppe Di Matteo ucciso dalla Mafia solo perchè figlio di un mafioso. La toccante esperienza ha spinto così alla riflessione e al dialogo i partecipanti evidenziando come la Mafia non possa rappresentare un soggetto protettore della comunità, ma solo dei propri interessi attraverso un metodo principalmente votato alla violenza e alla brutalità. Serve così un cambiamento culturale che, attraverso partecipazione e democrazia, possa trasformare i modelli di sviluppo in un’ottica sostenibile, legale e condivisa. [CONTINUA]

Pranzo condiviso, all'interno dell'evento "Ripercorrendo la Memoria"

  • Inserito: Sab, 05/13/2017 - 16:10

Pranzo condiviso

Domenica 21 Maggio 2017, dalle 13:00 al Giardino della Memoria in Contrada Giambascio, San Giuseppe Jato, siete invitati a passare un momento di convivialità e dialogo insieme a noi. Dopo la splendida esperienza dello scorso anno, organizziamo la seconda edizione del Pranzo Condiviso per animare il dialogo propositivo sul territorio, la legalità e, soprattutto trascorrere un po’ di tempo insieme in uno splendido contesto ricco di emozioni e significati. Attraverso un’atmosfera che unisce, rallegra e favorisce relazioni vogliamo invitare i partecipanti alla riflessione, ma anche ad aprirsi allo scambio e al relax.

Il tutto è inserito nell’evento “Ripercorrendo la memoria: riconoscersi attraverso il territorio”, un’intensa giornata organizzata in sinergia con Libera, Cooperativa Arzilla, Comune di San Giuseppe Jato, Pro Loco Pro Jato e ACLI Circolo della Legalità. Giunta alla seconda edizione, la manifestazione vuole rappresentare un percorso di crescita che coinvolge i partecipanti dalle 9:30 alle 18:00 accompagnandoli a visitare importanti luoghi simbolo della memoria e a vivere insieme esperienze culturali, conviviali e ricreative.

I partecipanti al pranzo sono così invitati a portare cibi, bevande e piatti pronti da condividere con gli altri. Il tutto per ampliare lo scambio sociale, la democrazia e passare uno splendido momento insieme.

Programma completo della Giornata:

Ore 9:30 Visita dei Luoghi della Memoria

  • Cantina Alto Belice
  • Cantina Centopassi
  • Giardino della Memoria

Ore 13:00 Pranzo condiviso al Giardino della Memoria

Ore 15:00 Escursione naturalistica

  • Portella Ginestra
  • Riserva Naturalistica della Pizzuta

[CONTINUA]

Una musica può fare: un pomeriggio fra arte e promozione della legalità

  • Inserito: Ven, 04/28/2017 - 14:50

Una musica può fare

L’evento “Una musica può fare” tenuto al Giardino della Memoria Sabato 15 Aprile 2017, ha avuto l’obiettivo di mettere in sinergia le esperienze di diverse associazioni locali che si occupano di promozione della legalità intesa come cittadinanza attiva e valorizzazione delle storie di uomini e donne che negli anni si sono impegnati nel contrasto alle mafie e al riuso dei beni confiscati.
Tale iniziativa, coniugando arte, intrattenimento e storia, ha reso possibile la condivisione e la rielaborazione di una tragica storia di mafia che ha segnato la collettività tutta. Si tratta della storia del piccolo “Giuseppe Di Matteo” che a soli 13 anni è stato rapito da uomini di “Cosa nostra” e dopo 772 giorni di prigionia è stato  barbaramente ucciso e sciolto nell’acido. Il luogo in cui è stato ucciso,  divenuto dunque posto di morte, è oggi non solo un sacrario dove commemorare il suo ricordo, ma un nuovo centro di riscatto. Questo perché ciò che è successo al piccolo Giuseppe non deve succedere a nessun’altra persona e perché la società civile si deve fare carico di raccontare quello che è accaduto e fare in modo che queste storie non si ripetano mai più.
L’evento ha visto il coinvolgimento del gruppo di lavoro Jato Spazio Idee, l’Associazione Anteas San Cipirello e l’Associazione LiberEssenze che in sinergia hanno sviluppato azioni per la diffusione della legalità e la partecipazione. In particolare sono state condivise le attuali esperienze in atto nel territorio per il coinvolgimento della cittadinanza e il suo ruolo attivo come elemento cardine per il cambiamento. Si è poi proceduto con il racconto della storia della prigionia di Giuseppe Di Matteo e  la sublimazione della stessa attraverso l’arte. Infatti dopo l’intervento di formazione tenuto dall’Associazione LiberEssenze, il duo chitarristico composto da Ferdinando Termini e Carlos Rivero Campero, ha regalato a un pubblico molto partecipe e coinvolto un concerto di musica che ha contribuito a trasformare il Giardino della memoria “Giuseppe Di Matteo”, un posto di vita per il cambiamento della comunità. [CONTINUA]

Tags: 

Una musica può fare

  • Inserito: Lun, 04/10/2017 - 11:59

Una musica può fare

Sabato 15 Aprile dalle ore 17.00 presso il Giardino della Memoria “Giuseppe Di Matteo”, sito in c/da Giambascio, San Giuseppe Jato, un evento su partecipazione e legalità accompagnato dalle splendide note di un concerto acustico. La manifestazione, organizzata da Jato Spazio Idee, LiberEssenze e Anteas San Cipirello, prevede la visita guidata del bene confiscato, lo scambio di esperienze riguardanti partecipazione e legalità ed a seguire un concerto tenuto dal duo chitarristico Ferdinando Termini e Carlos Rivero Campero. Un evento che unisce conoscenza e arte per riscoprire il piacere di stare insieme.

PROGRAMMA [CONTINUA]
 

L'Agenda di Sviluppo Locale e le prossime iniziative

  • Inserito: Mer, 03/29/2017 - 11:59

La presentazione dei risultati

Il 28 Marzo, presso il nostro Social Point, si è tenuto un breve incontro per segnare la conclusione dei laboratori formativi e presentare il punto della situazione rispetto le azioni programmate dal progetto. L’evento infatti è stata occasione per ripercorrrere il percorso condotto fino ad oggi a partire da obiettivi e risultati per poi passare alle manifestazioni e iniziative portate avanti da Aprile 2016, giorno del Forum di presentazione del progetto. Ai partecipanti sono state infatti presentate, attraverso una rapida carrellata, le numerose attività sviluppate al fine di condurre una metodologia

concertativa, partecipativa e integrata. Fra queste, workshop, laboratori, eventi e manifestazioni, in un processo “a mosaico” in cui ogni iniziativa rappresenta un tassello e la comunità e il territorio il collante che li unisce. A questo intervento è seguita la presentazione delle principali caratteristiche dell’Agenda Partecipativa di Sviluppo Locale, uno dei risultati che il progetto vuole diffondere. Questo documento raccoglie le problematiche e, soprattutto, le proposte prodotte dalla comunità grazie alle iniziative condotte e vuole costituire un utile supporto alla programmazione territoriale e strategica della Valle dello Jato. Al suo interno saranno infatti presenti macro-azioni su tematiche legate alla valorizzazione del territorio, la coesione sociale, lo sviluppo imprenditoriale, la riqualificazione. Il tutto verrà poi incentrato sulla fase realizzativa fornendo le specifiche sull’attuazione delle singole azioni: interventi che potranno essere attivati sia dal pubblico, ma anche dal privato in piena autonomia. Si è poi proceduto alla presentazione delle prossime iniziative del progetto: queste saranno incentrate principalmente su eventi per la promozione della cultura della legalità, l’organizzazione in sinergia con il Tavolo di Coordinamento delle Associazioni Jatine di un Festival finale e nella diffusione dell’Agenda. Al termine degli interventi si è poi aperto un dibattito fra i partecipanti segnando il notevole interesse per le azioni condotte e le speranze future. [CONTINUA]

Il nostro percorso insieme: presentazione dei risultati dei laboratori

  • Inserito: Lun, 03/27/2017 - 11:56

Chiusura dei laboratori presentazione risultati

La diffusione di strumenti e competenze può segnare un utile passaggio per l'attivazione della comunità verso lo sviluppo locale. I laboratori formativi organizzati in questi mesi, avevano proprio l'obiettivo di fornire strumenti e tecniche pratiche per promuovere la crescita di iniziative dal basso. Con queste finalità, il progetto si è concentrato su tematiche di forte attualità come l'europrogettazione, l'imprenditorialità e lo sviluppo agrario. Nei quattro incontri organizzati si è quindi voluto ampliare il ventaglio di conoscenze pratiche sull'accesso ai finanziamenti europei, la lettura e analisi di bandi, la trasformazione di una idea in un progetto di impresa, l'implementazione di nuove pratiche e canali economici per lo sviluppo agrario. Il tutto in stretto rapporto con i bisogni della comunità e del territorio e in sinergia con quanto espresso dal Tavolo di Coordinamento delle Associazioni Jatine. Il successo di partecipazione ha dimostrato il forte interesse per gli argomenti trattati auspicando che l'innesto nella comunità di questi nuovi strumenti possa fornire nuova linfa vitale allo sviluppo locale.

A segnalare la conclusione dei nostri incontri, Martedì 28 Marzo a partire dalle 17.00 vogliamo condividere i risultati dei laboratori condotti in questi mesi e presentare le nuove iniziative in programma per la legalità e la crescita sostenibile e condivisa della comunità. Vi aspettiamo quindi per condividere le azioni in corso e le attività dei prossimi mesi.

Le opportunità del PSR per lo sviluppo rurale

  • Inserito: Gio, 03/09/2017 - 00:34

Laboratorio formativo: PSR Sicilia 2014/2020 le opportunità per le aree rurali

Il 7 Marzo, presso il nostro Social Point, si è tenuto il quarto appuntamento formativo del Laboratorio innovativo di idee creative e condivise per fornire alla comunità nuovi strumenti per l'attivazione dello sviluppo locale. L’incontro dal titolo “PSR Sicilia 2014/2020: 2 miliardi di opportunità per le aree rurali”, tenuto dal Dott. Giuseppe Di Giovanni, ha permesso ai beneficiari di riflettere sul settore agrario e al tempo stesso acquisire gli strumenti teorici e le metodologie pratiche per analizzare un bando di finanziamento per lo sviluppo di aziende nell’ambito rurale.

L'incontro è stato incentrato principalmente sulle opportunità offerte dai fondi FEASR che confluiscono in maniera attuativa nel Piano di Sviluppo Rurale per le aree siciliane. Si è iniziato con una prima esposizione della programmazione europea sul settore e le caratteristiche proprie dell‘imprenditorialità agricola. E’ emerso come la creazione di un'impresa o lo sviluppo di una progettazione a valere su fondi di matrice europea sia un processo difficile e che il settore legato alla produzione primaria nasconde spesso disillusioni, grandi impegni e capacità tecniche. Si è poi continuato approfondendo nel dettaglio le metodologie e i requisiti per l’accesso ai finanziamenti, con riferimento particolare alle figure professionali e alle competenze dei soggetti attivi nello sviluppo agricolo. Sono stati poi approfonditi gli aspetti legati al ruolo sociale e multifunzionale dell’agricoltura. Fra questi rientrano di sicuro interventi specifici legati all’assistenza o alla valorizzazione delle risorse in chiave turistica. In questi settori, sono stati attivati appositi bandi e linee di finanziamento, molto appetibili ed interessanti in riferimento allo sviluppo locale. E’ stato poi approfondito il tema del green-crowfunding, ovvero di metodologie innovative sempre più diffuse per l‘avvio di progetti di sviluppo rurale con il contributo di diversi soggetti. L’obiettivo complessivo dell’incontro è stato quello di fornire gli strumenti conoscitivi e le metodologie per analizzare bandi relativi al PSR e sviluppare progetti realizzabili e sostenibili.
L’incontro ha quindi destato notevole interesse fra i partecipanti, evidenziando l’utilità dei temi proposti in riferimento alle opportunità offerte dalla programmazione in atto per lo sviluppo del territorio. [CONTINUA]

Laboratorio formativo: PSR Sicilia 2014/2020 le opportunità per le aree rurali

  • Inserito: Lun, 03/06/2017 - 11:30

Laboratorio formativo: PSR Sicilia 2014/2020 le opportunità per le aree rurali

Continua il nostro percorso costruttivo affrontando insieme un altro tema ricco di spunti ed opportunità. Martedì 7 Marzo, nei locali del Social point (Taste point dell'ex Casa del Fanciullo a San Giuseppe Jato), dalle 16.30 alle 19.30, con l'Agronomo Giuseppe Di Giovanni conosceremo le opportunità offerte dai finanziamenti del Piano di Sviluppo Rurale per la Sicilia. Durante l'incontro formativo gratuito, conosceremo linee di sviluppo per una dotazione complessiva di 2 miliardi di euro su settori che uniscono agricoltura, innovazione e impatti sociali. Attraverso esperienze pratiche e casi studio, la giornata si trasformerà in un workshop per apprendere tecniche e strumenti per accedere ai canali di finanziamento. Il tutto verrà pensato sia per agricoltori già attivi, che associazioni o soggetti che vogliono avvicinarsi alla tematica. Obiettivo dell'incontro sarà fornire le conoscenze e gli strumenti base per sapere leggere un bando per lo sviluppo di economie in ambito agrario e avviare processi di imprenditorialità. Vi invitiamo così a partecipare numerosi, perchè oltre al confronto costruttivo, questa sarà occasione per esplorare potenzialità e strumenti per uno sviluppo economico sostenibile e integrato.
Al termine dell'incontro gratuito verrà rilasciato Attestato di partecipazione